Come liberare lo spray della turbina odontoiatrica

Come liberare lo spray della turbina dentale senza passare per l’assistenza

La procedura d’emergenza per far tornare operativo il tuo strumento anche se sei da solo in studio

Ti è mai capitato che lo spray della turbina dentale si intasi impedendoti di lavorare?

Se sei un dentista immagino di sì.

Ti sarai accorto come un semplice spray intasato può causare disagi e perdite di tempo. Magari perché ha deciso di intasarsi proprio mentre hai il paziente in poltrona o perché stai già lavorando con una strumentazione limitata, visto che il resto delle attrezzature è già in assistenza.

Queste situazioni possono essere davvero una spina nel fianco, costringendoti in fretta e furia a chiamare il tuo fornitore per farti consegnare di corsa nuovi strumenti. L’alternativa sarebbe affrontare la giornata alla meno peggio o addirittura interrompere il tuo lavoro.

In questo articolo ti suggerisco un primo tentativo che puoi fare in studio per liberare lo spray della turbina, senza spedirla in assistenza. Non solo, ti mostrerò anche come mantenere il tuo spray sempre pulito e funzionante nel tempo, senza che si intasi ogni due per tre.

Come è fatto lo spray e perché si intasa

Prima di mostrarti come provare a disintasare lo spray della turbina però, credo sia utile spiegarti in breve come funziona e perché si intasa.

La struttura è abbastanza semplice. All’interno dello strumento sono presenti due piccoli condotti di aria e acqua del diametro inferiore a 1 millimetro. Queste due tubazioni partono dalla base della turbina (dove si inserisce l’attacco) e arrivano in testina dove si trova il diffusore, il quale genera la nebulizzazione dello spray sulla fresa, raffreddando e pulendo la zona di lavoro.

Può capitare però che col tempo lo spray della turbina dentale si intasi per svariati motivi. Questi di solito sono i principali:

  • Il condotto dell’acqua della turbina è intasato da alghe e sporcizia
  • Impurità provenienti dal riunito che otturano condotti o diffusore
  • Calcare/materiale fresato che si deposita sui fori e intasa lo spray

Questi non sono gli unici motivi, ma sono quelli più frequenti. Per aiutarti a capire che tipo di problema hai di fronte, vediamo velocemente queste 3 situazioni.

Tubo acqua turbina intasato

Spesso il condotto dell’acqua della turbina è intasato da alghe, muffe o sporcizia. Queste impurità riducono prima la portata dell’acqua, poi col tempo proliferano e otturano completamente il condotto. Più avanti nel testo ti spiegherò come evitare che si formino.

Impurità dal riunito

Spesso l’intasamento è causato da blocchi di alghe o biofilm che arrivano dal riunito. Queste impurità col tempo possono staccarsi dalle tubazioni e farsi strada tra i condotti fino ad arrivare alla turbina, bloccando il passaggio dell’acqua.

Presenza di calcare nei fori spray

Capita spesso che i fori spray siano otturati da calcare e materiale fresato che, col tempo, riduce l’uscita dell’acqua fino ad ostruire completamente i fori. Anche per questa situazione, ti spiegherò più avanti nel testo come evitare che si depositino.

Ora che hai capito come funziona lo spray della turbina e perché si intasa, è arrivato il momento di capire cosa puoi fare in studio per provare a liberarlo.

Un primo tentativo che puoi fare in studio per liberare lo spray della turbina dentale

Per ora giustamente sai solo che lo spray della turbina dentale è ostruito, ma non conosci la causa.
In questo caso la prima cosa da fare è controllare visivamente se i fori di aria e acqua sono liberi o ostruiti.

Se visivamente sono liberi, ma lo spray della turbina dentale non funziona, è probabile che sia intasato dall’interno. Puoi fare comunque un tentativo, ma se non si libera subito non insistere; in questo caso lo strumento deve essere mandato in assistenza per la pulizia interna.

Se invece vedi che sono ostruiti da calcare, materiale fresato o altro, ecco cosa puoi fare per liberarlo:

  • Utilizza uno specillo liscio non seghettato e passalo in ogni singolo foro del diffusore, come a formare dei piccoli cerchi.

  • Lo specillo è una sonda liscia fornita in dotazione con la turbina nuova, è possibile comunque acquistarlo separatamente.

Specillo o sonda

Importante:

  • Non utilizzare sonde seghettate o strumenti canalari, altrimenti danneggerai i fori del diffusore e la nebulizzazione non sarà più concentrica sulla fresa.

Strumenti canalari

Come dicevo, passalo nei fori facendo dei piccoli cerchi per far sì che il calcare e il materiale fresato si stacchi dalle pareti. Sii delicato o rischierai di rompere lo specillo all’interno del diffusore otturando completamente il foro.

Per staccare le incrostazioni più facilmente ed evitare che finiscano all’interno, puoi passare lo specillo con lo spray in funzione.

  • ATTENZIONE però, se esegui l’operazione con lo spray attivo ricordati di inserire nel rotore una falsa-fresa* e (se possibile) abbassa i giri della turbina regolando il flusso dell’aria al minimo. Questo serve per evitare che la fresa ti ferisca.
  • Non immergere la turbina in vasca a ultrasuoni o prodotti decalcificanti. Questo può corrodere le parti interne e creare danni enormi, a volte irreparabili.

Falsa fresa

La falsa fresa è identica a una normale fresa, ma completamente liscia e senza la parte diamantata.

Dopo aver passato lo specillo soffia direttamente nei fori con la pistola ad aria o la siringa del riunito, questo è utile per pulire la zona trattata.
Ora puoi inserire la fresa (se non l’hai fatto prima) e provare lo spray.

Si è liberato?

Spero di sì. Ora puoi riprendere il tuo lavoro senza spedire o acquistare nulla.

Se invece non si è liberato, è facile che sia intasata dall’interno e deve essere mandata in assistenza.

Ora hai capito come funziona lo spray della turbina dentale e cosa puoi fare per liberarlo, ma…
… sai come evitare che si intasi ancora?
Se vuoi sapere come mantenerlo sempre libero continua a leggere sotto.

Cosa fare per mantenere sempre funzionante lo spray della turbina dentale

Come detto in precedenza, spesso l’intasamento è causato da alghe e impurità provenienti dal riunito.
Per evitare che si formino alghe all’interno del circuito idrico/cordoni, e che intasino i tuoi strumenti, è fondamentale far eseguire regolarmente i tagliandi di manutenzione ed effettuare sempre la pulizia/disinfezione del riunito, rispettando le tempistiche e modalità suggerite dal costruttore.

Non eseguire queste procedure di sicurezza causerà il formarsi di impurità all’interno del circuito idrico.
Queste col tempo si staccheranno dalle pareti delle tubazioni e viaggeranno indisturbate fino ai tuoi strumenti, intasando condotti, diffusori e fori spray.

Se non sai come eseguire la pulizia del riunito ti consiglio di chiamare il tuo tecnico di fiducia o contattare la casa costruttrice.

Tenere il riunito sempre in ordine eseguendo le corrette procedure di pulizia e disinfezione eviterà il formarsi di alghe e altre impurità. I tuoi strumenti avranno sempre uno spray perfettamente funzionante e non dovrai più interrompere il tuo lavoro per pulire o sostituire lo strumento.

Se invece esegui regolarmente la pulizia e disinfezione del riunito, ma hai comunque problemi allo spray, è probabile che il problema sia la turbina.

La turbina infatti deve essere sempre pulita e disinfettata, non solo esternamente, ma anche internamente con prodotti specifici per la manutenzione.

La disinfezione interna degli strumenti è un passaggio importantissimo, ma sconosciuto a quasi tutti gli studi dentistici, anche ai più navigati.

Questo perché spesso gli strumenti vengono consegnati da personale non specializzato che non conosce la strumentazione e non è in grado di dare il minimo supporto allo studio.

Se non sai come eseguire la pulizia interna della turbina, puoi cliccare il link qui sotto e leggere l’articolo sulla manutenzione pubblicato qualche tempo fa.

In questo articolo ti spiego passo dopo passo come deve essere eseguita la manutenzione per mantenere le tue turbine sempre funzionanti e allungarne la vita, risparmiando sui costi di riparazione.

La manutenzione dello strumento (e del riunito) è la chiave per evitare che i tuoi strumenti si otturino impedendoti di lavorare.

Ora che hai capito perché è così importante la pulizia dello strumento (e del riunito) lascia che ti spieghi perché un semplice spray intasato può costarti molto più di quel che pensi.

Perché è importante mantenere lo spray pulito (e non farsi fregare)

Ti è mai capitato di consegnare uno strumento intasato e di ricevere poi un preventivo di riparazione esorbitante?

Come per magia, sono apparsi difetti che tu non avevi riscontrato.
L’hai consegnato per una semplice pulizia spray, e invece, hai tra le mani un preventivo di: sostituzione rotore, cuscinetti, guarnizioni e chi più ne ha più ne metta, insomma, un conto da pagare bello salato.

Ti suona familiare?

Posso spiegarti cosa succede in questi casi dalla parte che di solito tu non vedi, l’assistenza…

La pulizia spray è un intervento di riparazione economico su cui è difficile fare grossi profitti. Molti centri di assistenza vecchio stile, per aumentare il costo dell’intervento e assicurarsi un margine maggiore, segnalano guasti inesistenti, facendoti pagare interventi di riparazione che non erano davvero necessari.

Purtroppo non tutti sono onesti in questo settore. L’idea che molti hanno ficcata in testa è che “il dentista ha i soldi”, pertanto, scucirgli dalla tasca qualche soldo in più non gli farà certo chiudere lo studio, “manco se ne accorge”.

Non sono tutti così, ci sono anche persone oneste, ma molti approfittano dell’inesperienza del dottore per avere maggior profitto e mettersi in tasca qualcosa in più in modo semplice.

 

Come sono a conoscenza di queste cose?

Sono Stefano Lai. Sono un tecnico specializzato nella riparazione di manipoli e piccole apparecchiature odontoiatriche. Prima di avviare la mia attività ho lavorato per 13 anni presso una grossa azienda di riparazioni di strumentazione odontoiatriche, ero quotidianamente a stretto contatto con depositi dentali, tecnici e venditori e so -per esperienza diretta- le dinamiche di questo settore.

Detto questo, se vuoi evitare di interrompere il tuo lavoro, cadere nelle trappole dei furbetti pagando interventi di riparazione inesistenti, ti consiglio di eseguire sempre la pulizia del riunito e dei tuoi strumenti rotanti come ti ho mostrato poco fa.

Hai tutto il necessario per eseguire la manutenzione ai tuoi manipoli nel modo corretto?

Se non hai mai utilizzato i nostri servizi di assistenza, al momento, l’Assistenza Lai ti dà l’opportunità di acquistare il kit di manutenzione per i tuoi manipoli, scontato del 40%.

Questa è un’ottima occasione per avere tutto il kit di pulizia e manutenzione a un prezzo vantaggioso, indispensabile per mantenere i tuoi strumenti sempre funzionanti.

Vuoi eliminare le perdite di tempo e soldi? clicca qui se vuoi capire come ricevere il kit di manutenzione direttamente nel tuo studio scontato del 40%.

Clicca subito il pulsante qui sotto e compila il breve modulo con la richiesta:

Stefano Lai

Fondatore di Lai Assistenza Tecnica Odontoiatrica